Pages Menu
RssFacebook
Categories Menu

Pubbl. Ott 21, 2008 in Allenamento

Domani vado in palestra!

0 Flares 0 Flares ×

domani-vado-in-palestra.jpg DOMANI VADO IN PALESTRA!! Quante volte ci è capitato di sentire una frase simile da un amico un po’ appesantito rispetto ai suoi anni migliori? Magari noi stessi ci siamo ripromessi di riprendere l’attività fisica di fronte all’improbo giudizio dello specchio del bagno, il quale ci riflette nei momenti di maggior prostrazione fisica… E regolarmente, di domani in domani, la nostra buona intenzione di incominciare l’attività fisica scema sul divano, trasformandosi in un intenso allenamento del pollice destro per il tradizionale zapping.
Si sa che una moderata attività fisica ha un ottimo influsso sull’organismo, contribuendo attivamente alla prevenzione di molte problematiche cardiovascolari, oltre a ridurre la percentuale di grasso corporeo in eccesso; il fatto è che gli italiani, gli europei, tutti gli abitanti del mondo sembrano refrattari ad abbandonare le proprie pigre abitudini di oggi per averne un vantaggio tangibile domani.
Questo argomento viene continuamente affrontato da studiosi perché una popolazione in salute costa meno!
Anni fa una campagna molto aggressiva contro il fumo ottenne pian piano il desiderato effetto di invertire la tendenza della diffusione del tabagismo.
Laddove questa tattica è stata proposta nel caso dell’attività fisica il risultato è stato molto diverso: propagandare messaggi del tipo “fai sport se no muori d’infarto” sperando che le persone spaventate si mettano tuta, scarpette, fascia di spugna e vadano a correre non genera un risultato significativo.
In alcuni paesi estremamente “illuminati” l’amministrazione statale stessa ha dato direttive affinché venissero predisposti luoghi appositi per la pratica dell’attività fisica: dalla costruzione di piste ciclabili e percorsi pedonali, all’istituzione di palestre o luoghi deputati al fitness. Ebbene neanche la presenza di occasioni e strutture per fare attività sembra essere condizione sufficiente per staccare dalla poltrona un pigro giocatore di playstation!
Lo spirito di gruppo, la coscienza di appartenere a un “branco” possono aiutare l’uomo a staccarsi dalle sue abitudini. Gruppi di lavoro, obiettivi, l’approccio del gioco sono le chiavi vincenti per riuscire a sollevare dalla poltrona l’uomo medio e regalargli l’opportunità di un domani più sano, con una salute maggiore e la possibilità di sfruttare tutto il suo potenziale.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Pin It Share 0 LinkedIn 0 Email -- 0 Flares ×
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Pin It Share 0 LinkedIn 0 Email -- 0 Flares ×